Parodontite

Parodontite

La parodontite è una grave infezione delle gengive. È causato da batteri che hanno potuto accumularsi su denti e gengive. Man mano che la parodontite progredisce, le ossa e i denti possono essere danneggiati. Tuttavia, se la parodontite viene trattata in anticipo e viene mantenuta una corretta igiene orale, il danno può essere fermato.

fasi della parodontite

La parodontite inizia come infiammazione e peggiora nel tempo.
Infiammazione (gengivite)
La parodontite inizia con l’infiammazione delle gengive nota come gengivite. Uno dei primi segni di gengivite è che le gengive sanguinano quando ti lavi i denti.
Potresti anche notare uno scolorimento sui denti. Questa si chiama placca. La placca è un accumulo di batteri e detriti alimentari sui denti. Sebbene i batteri siano sempre presenti in bocca, diventano dannosi solo quando le condizioni consentono loro di aumentare notevolmente. Ciò può accadere se non ti lavi il filo interdentale o il filo interdentale o se ti sottoponi a una pulizia dentale su base regolare.

Malattia parodontale precoce

Nelle prime fasi della parodontite, le gengive si ritirano o si allontanano dai denti e si formano piccole tasche tra gengive e denti. Le tasche ospitano batteri nocivi. Il tuo sistema immunitario cerca di combattere l’infezione e il tessuto gengivale inizia a retrocedere. Probabilmente avvertirai sanguinamento anche durante la spazzolatura e il filo interdentale e forse una perdita ossea.
Malattia parodontale moderata
Se lasciato a progredire verso una moderata malattia parodontale, potresti provare sanguinamento e dolore intorno ai denti e alla recessione delle gengive. I denti inizieranno a perdere il supporto osseo e si allenteranno. L’infezione può anche portare a una risposta infiammatoria in tutto il corpo.
Malattia parodontale avanzata
Nella malattia avanzata, il tessuto connettivo che tiene in posizione i denti inizia a deteriorarsi. Le gengive, le ossa e altri tessuti che sostengono i denti vengono distrutti. Se hai la parodontite avanzata, potresti avvertire un forte dolore durante la masticazione, l’alitosi grave e un sapore sgradevole in bocca. Probabilmente perderai i denti.
Sintomi di parodontite

I sintomi dipendono dallo stadio della malattia, ma generalmente includono:

  • gengive che sanguinano quando ti lavi i denti o il filo interdentale
  • alitosi
  • cambiamenti nella posizione dei denti o dei denti sciolti
  • gengive sfuggenti
  • gengive rosse, tenere o gonfie
  • accumulo di placca o tartaro sui denti
  • dolore durante la masticazione
  • perdita dei denti
  • cattivo gusto in bocca
  • risposta infiammatoria in tutto il corpo I sintomi nelle prime fasi della parodontite spesso non sono molto evidenti. Il dentista sarà probabilmente il primo a segnalarli.

Quali sono le cause della parodontite?

Le persone sane normalmente hanno centinaia di diversi tipi di batteri in bocca. Molti di loro sono completamente innocui. Quando non ti lavi i denti correttamente ogni giorno, i batteri crescono e si accumulano sui denti.

La parodontite è in genere causata da una scarsa igiene dentale. Quando non ti lavi i denti e non li pulisci in punti difficili da raggiungere in bocca, si verifica quanto segue:

  1. I batteri in bocca si moltiplicano e formano una sostanza nota come placca dentale.
  2. Se non si rimuove la placca mediante spazzolatura, i batteri depositano nel tempo i minerali all’interno della placca.
  3. Questo deposito minerale è noto come tartaro, che incoraggerà una maggiore crescita batterica verso la radice del dente.
  4. La risposta immunitaria del tuo corpo a questa crescita batterica porta all’infiammazione delle gengive.
  5. L’attacco della gomma alla radice di un dente viene interrotto nel tempo e una tasca parodontale (spazio) può formarsi tra la gomma e la radice.
  6. I batteri anaerobici nocivi si colonizzano nella tasca e si moltiplicano, rilasciando tossine che possono danneggiare gengive, denti e strutture ossee di supporto.

Inoltre, alcuni fattori comportano un rischio maggiore di parodontite, tra cui:

  • fumo, che è uno dei maggiori fattori di rischio per la parodontite
  • diabete di tipo 2
  • obesità
  • cambiamenti ormonali nelle donne (come quando si verificano le mestruazioni, la gravidanza o la menopausa), che possono rendere le gengive più sensibili
  • condizioni che incidono sul sistema immunitario, come l’HIV o la leucemia
  • farmaci che riducono il flusso di saliva in bocca
  • genetica
  • cattiva alimentazione, inclusa una carenza di vitamina C

Come viene diagnosticata la parodontite?

Il dentista sarà in grado di rilevare i segni della parodontite in una fase precoce durante un esame dentale di routine. Possono monitorare il tuo stato parodontale nel tempo per assicurarsi che non peggiori. Ecco perché è importante visitare regolarmente un dentista per uno screening.

Il dentista può utilizzare un piccolo righello chiamato sonda per misurare eventuali tasche sulle gengive. Questo test è generalmente indolore. Se si trovano placca, tartaro o entrambi sui denti, il dentista rimuoverà queste sostanze come parte di una pulizia professionale. Possono anche fare radiografie dentali o indirizzarti a un parodontologo, un esperto nella diagnosi e nel trattamento della malattia gengivale, per ulteriori test e trattamenti.

Complicanze della parodontite

Se non trattata per la parodontite, le strutture portanti dei denti, comprese le ossa della mascella, possono essere distrutte. I denti si allentano e potrebbero cadere o richiedere l’estrazione. Altre complicanze della parodontite includono:

  • ascessi dolorosi
  • migrazione dei denti, che può interferire con il mangiare
  • gengive sfuggenti ed esposizione delle radici dei denti
  • aumento del rischio di complicanze durante la gravidanza, incluso basso peso alla nascita e preeclampsia
  • aumento del rischio di malattie cardiache, malattie respiratorie e diabete

trattamento di parodontite

Il trattamento mira a rimuovere la placca e i depositi batterici su denti e gengive.
Pratiche di igiene orale
Il tuo team di cure odontoiatriche ti darà istruzioni su come ridurre il numero di batteri nella bocca, il che implica mantenere puliti denti e gengive. Il dentista ti consiglierà su come utilizzare correttamente gli spazzolini da denti e il filo interdentale e potrebbe consigliarti altri prodotti per l’igiene orale come una presa d’acqua o un collutorio.

Ecco alcuni suggerimenti per mantenere i denti sani:

  • Lavarsi i denti due volte al giorno con un dentifricio al fluoro.
  • Considerare l’utilizzo di uno spazzolino elettrico, che potrebbe essere più efficace.
  • Filo interdentale almeno una volta al giorno per rimuovere la placca.
  • Visita il tuo dentista almeno due volte l’anno per una pulizia professionale.
  • Non fumare o masticare tabacco.
  • Pulizie professionali

Durante una pulizia professionale, presso ClinMedica il dentista rimuoverà l’accumulo di placca e il tartaro dai denti e dalle loro radici, quindi luciderà i denti e li tratterà con fluoro. Eventuali tasche parodontali che si sono formate potrebbero richiedere una pulizia profonda per consentire la guarigione. Un metodo di pulizia profonda chiamato ridimensionamento e piallatura delle radici aiuterà a rimuovere il tartaro e rimuoverà anche eventuali punti ruvidi sulla radice del dente in cui i batteri tendono a riunirsi.

Appuntamenti di follow-up
Il tuo dentista vorrà seguirti dopo alcune settimane, e successivamente ogni tre o sei mesi per valutare i tuoi progressi. Se sono ancora presenti tasche parodontali, possono raccomandare altre opzioni di trattamento, come la chirurgia.

Chirurgia
Se l’infiammazione persiste in siti inaccessibili alla spazzolatura e al filo interdentale, possiamo raccomandare una procedura chirurgica denominata chirurgia del lembo per pulire i depositi sotto le gengive. In anestesia, le gengive vengono sollevate e le radici dei denti pulite. Le gengive vengono quindi suturate (cucite) di nuovo in posizione.
Se hai avuto una perdita ossea, una procedura nota come innesto osseo può essere eseguita contemporaneamente alla chirurgia del lembo per rigenerare l’osso perduto.

le prospettive per la parodontite
La parodontite può essere fermata se presa e trattata abbastanza presto. Il trattamento in genere ha molto successo.
Se hai la parodontite, i follow-up regolari con un dentista sono essenziali per garantire che la malattia non continui. Dovrai cambiare le tue abitudini di igiene dentale e collaborare pienamente con le istruzioni del tuo dentista per un risultato positivo. Le prospettive a lungo termine dipendono dai propri sforzi con l’igiene orale e dalla valutazione in corso del dentista.
Oltre alla parodontite che progredisce molto più velocemente nei fumatori, queste persone hanno spesso una visione sfavorevole della parodontite. La stragrande maggioranza dei casi che non rispondono al trattamento coinvolge i fumatori.